Mosca continuerà ad accrescere le riserve auree

La banca centrale russa continuerà ad acquistare oro per diversificare le sue riserve, che attualmente ammontano a 530 miliardi di dollari, le quarte nel mondo. A dichiararlo, a margine del World Economic Forum di Davos, è stato il vice presidente dell'istituto, Alexei Ulyukayev. Mosca – che in base alle statistiche del Fondo monetario internazionale risulta essere stata il maggior acquirente di riserve auree dal 2005 – si era proposta come target di medio termine di coprire con lingotti il 10% del valore delle sue riserve. Oggi, secondo il World Gold Council, sarebbe già arrivata al 9,9% e molti analisti avevano sollevato dubbi sulla sua volontà di proseguire.

Il chiarimento, almeno in teoria, avrebbe dovuto fornire sostegno alle quotazioni dell'oro: uno dei principali fattori che hanno favorito il rally del metallo negli ultimi anni è stato proprio l'intensa attività di acquisto da parte delle banche centrali (l'anno scorso le riserve auree hanno avuto il maggior incremento da 48 anni).

Torna indietro